home

 
 

lago Nero 2240m


[Valle Maira]


Suddivisione Orografica Internazionale (SOIUSA)

I/A      4.I      A 2/c      

Alpi Sud-occidentali - A. Cozie del Monviso
gruppo Chambeyron - gruppo dell'Oserot
costiera MGiordano_Becco Nero


44 24' 31" N
  7 03' 48" E


Foto e testo di Ivonne Favro
10/07/2008



 





dislivello 247m; cumulato 311m in 6Km totali AR


Gita al lago Nero

 
Raggiungere la Val Maira; a Ponte Marmora girare a sinistra verso il vallone e deviare poi a destra nel vallone del Preit fino alle Grange Selvest.
                Lungo il percorso si possono avere splendide ampie vedute.
Salire a sinistra nella sterrata con buon fondo e portarsi in quota al tornante d'inizio gita da dove si ammira il lato Sud del Monviso ancora spruzzato di neve.
Sguardo verso Nord poi verso Sud-Est. Clicca le foto per avere i nomi delle vette.

180° da Rocca Cairi fino al colletto della Meja nella valle più a Sud. Il lago si trova a metà tra la valle Maira e la valle Stura.
Rocca dell'Aquila, che si trova circa a metà, è sovente base per arrampicate di alpinisti.

Alla Grangia Giacarloso, con dietro il monte Barret di 2306m che si potrebbe raggiungere senza troppa fatica, aggiriamo il roccione e, continuando a tenerlo alla nostra sinistra, ci dirigiamo verso Sud salendo sui 3 pianori successivi.
Tantissimi rododendri nel rado lariceto.
      Quando stiamo per scollinare ecco Rocca la Meja 2839m in posizione centrale nella foto
  composta da rocce "dolomie" alternate in strati con "calcari" sollevati dalla collisione delle placche
Il lago Nero si trova, rispetto alla foto precedente, in corrispondenza del larice alto a sinistra ed una graziosa base al fanciullino di pietra sullo sfondo nell'immagine qui di fianco.
Dal fondo del lago ci spostiamo verso Ovest salendo al secondo laghetto

poi saliamo al colle per osservare l'altopiano sotto il passo della Gardetta. Clicca e leggerai i nomi delle vette, ma cliccando qui salterai fin laggiú.

Proprio quest'anno, in quei pianori, sopra strati rocciosi inclinati sono stati viste strane tracce fossili. Sembrano impronte di un rettile, stile coccodrillo, precedente ai dinosauri e vissuto nel Triassico, circa 235 milioni di anni fa. Gli studi continueranno.

codice SOIUSA

I/A          Alpi Sud-occidentali
4.I          A. Cozie del Monviso
A 2/c      gruppo Chambeyron - gruppo dell'Oserot - costiera MGiordano_Becco Nero