home


Sulla fontana posta prima del ponte che porta
alla Chiesa di Beaulard, una frazione di Oulx verso Bardonecchia,
è riportata la strofa della poesia di Nino Costa

     Aque 'd Piemont

Aque del me pais, ciaire cascade
ch'i sbuche dai giassè, tra roch e roch,
e i saote giù dai brich con frange e fiòch
per ripuseve ant l'ombra dle valade.

Aque vive 'd piemont, aque nostran-e
patrimoni dla ca, gloria 'd famija,
ch'ij deve cana al gran, ponta a l'urtija
e i feve cherseij fen travers le pian-e,

voi seve pa 'l confin ch'an deuv divide,
ma la speransa ch'an fa tuti uguai:
seve la forsa neuva e 'l neuv travaj,
aque san'e, aque fresche, aque polide.

Sôn lôr ël nostr tesor: le bianche veñe
nà da j’adôss përdù s’j’ aôte môntagne,
ch’as diramô giù giù vers le campagne
sempre pì larghe, sempre pì sereñe...

E ‘l Pare d’acque, ‘Po, côme ‘n Sôvran
che a cheui d’ômagi daspërtutt ch’a passa
tute ai coñfônd an chiel, tute a j’ambrassa
e ai porta ‘nssema vers ël mar lôntan...

Acque del mio paese, chiare cascate
che scaturite dai ghiacciai, tra roccia e roccia,
che saltate giù dalle alture impervie con frange e fiocchi
per riposarvi all'ombra delle vallate.

Acque vive del Piemonte, acque nostrane
patrimonio della casa, gloria di famiglia,
che date stelo al grano, punta all'ortica
e fate crescere il fieno nelle pianure,

voi non conoscete i confini che ci devono dividere,
ma la speranza che ci fa tutti uguali:
siete la forza nuova e il nuovo lavoro,
acque sane, acque fresche, acque pulite.

Sono loro il nostro tesoro: le bianche vene
nate dai luoghi perduti sulle alte montagne,
che si diramano giù giù verso le campagne
sempre più larghe, sempre più serene...

E il padre delle acque, il Po, come un sovrano
che raccoglie omaggi ovunque passi
tutte le confonde in sé, tutte le abbraccia
e le porta insieme verso il mare lontano...

 
Beaulard:
la chiesa in alto











                                                                                                                                                                                                        altre fontane

gli abitanti sono molto attenti a mantenere vive le tradizioni e il vernacolo tramite murales; l'antico forno accoglie le mostre e il presepe

                c'è anche la cappella: Consolatrice degli Afflitti

Beaulard con una splendida cornice di montagne:
Pta Clotesse, Pta Gran Vallon, gruppo Grand Hoche, Guglia d'Arbour, Pta Charra, Pta della Mulattiera.
Nel 2013 sono stati aggiunti al sottopasso della ferrovia, quattro pannelli raffiguranti le stagioni.