base

/ Novità / Itinerari con mappe / Astronomia / Natura / Parole e ... piemontese / Contatti /


/ Home / Cielo da Torino /



saga familiare nel cielo

novembre 2021

testo di Ivonne Favro
mappa
 
mappa
    I protagonisti: la casetta    Cefeo il Re sposo e padre
il W             Cassiopea la Regina vanitosa e crudele, moglie e madre
                   Andromeda figlia adolescente da sacrificare
il Pi greco    Perseo l'eroe
il quadrato   Pegaso il cavallo alato
                più staccato c'è il mostro Cetus: enormi fauci, zampe anteriori, corpo ricoperto di scaglie come
                i serpenti. Per noi è tradotto in Balena
Fra tutti i gruppi del cielo questo mito Greco è il più esteso, ben 4.845 gradi quadrati comprensivi di 6 costellazioni: 4 circumpolari, quindi visibili tutto l'anno, e 2 più scostate autunnali.
IL MITO
Cassiopea si credeva più bella delle Nereidi, le ninfe marine, ma alcuni dicono che magnificasse la bellezza della figlia Andromeda. La Nereide sposa di Poseidone, re del mare, lo prega di inviare un mostro marino, Cetus, che si trova più scostato proprio nella zona equatoriale del cielo. La sua grossa testa è chiusa in una forma poligonale, sulla sinistra, e la sua coda è formata dal triangolo di destra. Le zampe poi sarebbero rappresentate dalle stelle più basse. Il mostro che castiga viene raffigurato in molte culture antiche: babilonesi, brasiliane e medio orientali. Il re Cefeo chiede consiglio all'oracolo e, per impedire la distruzione delle coste del regno, incatena la figlia allo scoglio offrendola al mostro. Perseo, di ritorno dall'uccisione della Medusa, si innamora della fanciulla, la chiede in moglie e pietrifica il mostro dal suo cavallo alato facendogli vedere gli occhi della Medusa.
                 
Cefeo, in greco, è simile al nome Fuco, quasi simbolo di inutilità e debolezza. Questo rispecchia il ruolo del re nel mito.
Viene posto al di sopra di tutti, per dargli più importanza? No, occorre tener presente che a causa della Precessione degli Equinozi il cielo è cambiato parecchio in 3000 anni, cambiando persino più volte la stella Polare (12000 anni fa il Nord era presso Vega stella della Lira).
Perseo è figurato con in mano la testa della Gorgone-Medusa rappresentata dalla stella Algol, la stella del "demonio"; forse è paragonato a San Giorgio che uccise il drago?
Il cavallo alato serve al supereroe per compiere le sue avventure.
Cetus o Balena, non proprio pesce e non proprio serpente, forse è un drago nel mare che appartiene al gruppo delle Acque Celesti fin già dal Paleolitico (2,5 milioni di anni fa).

Sembra che tutte queste costellazioni possano essere state denominate da Tolomeo (150 d.C.) che riprese il lavoro di Ipparco e mise insieme 48 gruppi di stelle del nostro cielo boreale chiamandoli con nomi rimasti ancora oggi.

Molto prima di Tolomeo pare che Cefeo avesse il nome di Pantera e che Perseo fosse soltanto un vecchio. Inoltre Andromeda e Pegaso formavano un gruppo di animali come l'ippopotamo e la iena.
  Raggruppamenti di Costellazioni secondo leggende e miti:
  Saga familiare: Andromeda e ...
  Acque celesti:  Pesci e ...
  Orione ...
  l'Orsa e il Bovaro ...
  il Corvo e la Coppa ...
     


cookie