home

Rocca della Sella 1508m

[Valle di Susa]







Panorama sulla pianura

Suddivisione Orografica Internazionale (SOIUSA)
codice I/B - 7/A.I - A.2.b

45° 08' 23" N
  7° 21' 06" E
Foto e testo di Ivonne Favro
13/12/2007






dislivello cumulato circa 500m in 4,3Km totali


Gita a Rocca della Sella

 
        Raggiungere la Valle di Susa e, ad Almese, girare a sinistra verso Montecomposto arrrivando fino a Celle. Clicca la foto per vedere i nomi

La Rocca è sempre ben visibile;
alla chiesa di Celle girare a destra e posteggiare sullo sterrato poco oltre, oppure proseguire fino a Comba dove, dalla fontana, si trovano pochi posti auto.
Lassu' c'è la nostra meta!
Clicca qui per lo zoom.
Si tratta del Monte Caprasio detto Rocca della Sella.
Di lassu' ecco come appare il posteggio (zona biancastra in basso a sinistra)
Data la stagione, il bosco senza foglie ci permette di osservare bene il Colletto a 1160m dove passeremo dopo circa un chilometro di sentiero.
Saliremo poi in cresta tra massi, alberi e arbusti; il sentiero è più ripido ma non difficile.
E' l'ultimo roccione ed ha una forma davvero curiosa.
Lo userò come base per la panoramica a 360°. Inoltre il masso triangolare lascia uno spazio libero sotto, si può vedere un pezzetto di cielo.
Subito dietro si trovano la Madonnina e la cappella-rifugio sempre aperta, pochi gradini più in basso a 1508m. Si trova proprio di fronte alla Sacra di San Michele

Ora i particolari, clicca le pano per i nomi:

verso Nord-Est

verso Sud-Ovest

rientrando ammiriamo la chiesa di Celle con alle spalle Rocca della Sella
Il toponimo di Celle sembra derivato dalle celle dei monaci che nel primo medioevo vivevano numerosi da eremiti tra gli anfratti e nelle caverne del luogo. Qui ebbe origine la leggenda della Sacra di San Michele quando gli angeli prelevarono i materiali per la chiesetta trsportandoli sul monte Pirchiriano dalla parte opposta della valle. A Celle venne eretta una cappella intorno al X secolo, nel 1741 venne ampliata e la primitiva cappella ora risulterebbe interrata come cripta. Dedicata a Santa Maria Assunta presenta un bel campanile romanico di cinque piani. Di fronte alla chiesa ci sarebbe la "grotta" dell'eremita San Giovanni Vincenzo vescovo di Ravenna che fu trasportato, insieme ai materiali da costruzione, dagli angeli.






codice SOIUSA

I/B       Alpi Nord occidentali
7/A.I    Alpi Graie merid (A. Lanzo e Vanoise) - A. Ciamarella e Levanne
A.2.b   catena Rocciamelone_Charbonnel - Gruppo Rocciamelone - cresta Lunella_Arpone