home


Congiunzione Luna Venere
31 marzo 2011




foto e testo di Ivonne Favro

Alle 5h45 sopra la collina di Torino.
All'alba, verso Est, si vede un sottile spicchio di Luna con sotto la luminosa Venere, il terzo astro del cielo per luminosità dopo il Sole e la Luna appunto, anche se qui appare solo come un puntino considerando che la luce del giorno sta avanzando.

La congiunzione degli astri si verifica quando si trovano sufficientemente vicini nel cielo.
In questo caso i due astri si trovano a poco più di 4° di distanza l'uno dall'altro, nella costellazione dell'Acquario.

Sia Venere che Luna sono caratterizzati da fasi corrispondenti alla loro diversa grandezza e conseguente luminosità. Nel caso in esame la Luna è al termine della fase decrescente, sarà nuova il il 3 aprile alle 16h54, mentre Venere è all'inizio di questa fase, infatti ha appena passato la fase Piena.

Cosa interessante da sapere è che Venere è il solo Pianeta visibile a occhio nudo in pieno giorno , sapendo esattamente dove guardare.
Il momento migliore si presenta quando la Luna è nei suoi pressi tanto da fargli da segnaposto.

I Pianeti e i satelliti del Sistema Solare sembrano muoversi da Ovest a Est un poco ogni giorno, mentre il cielo sembra ruotare da Est a Ovest.
La Luna si muove molto velocemente tanto da sorgere ogni giorno 50 minuti più tardi, ma anche spostata verso l’Est del cielo di quasi 13° rispetto al giorno precedente (circa le 4 dita delle due mani ravvicinate); infatti in circa 28 giorni la Luna deve percorrere i 360° di rivoluzione intorno alla Terra attraverso tutti i segni zodiacali.






24 ore dopo, la distanza tra i due stri risulta di circa 11° per lo spostamento della Luna,
il puntino Venere si trova quindi più a destra,
messo in evidenza, nella foto sotto, dall'incrocio delle scie aeree.